Seleziona una pagina
05.11.17
UNA GIORNATA DA RICORDARE

Verrà qualcuno? Ci sarà gente? I pensieri ti martellano lo stomaco. Ogni volta che organizzi un evento, le domande sono sempre le stesse. Pressanti e compulsive. Perché non c’è niente di peggio che metterci la faccia e trovarsi con una sala vuota. E non è poi così improbabile, specie se si parla della presentazione di un libro. Esporsi non è facile. Uscire dalla sicurezza dell’anonimato e metterti sotto i riflettori comporta superare solide autoimposte barricate di imbarazzo e paura del fallimento. Se lo fai rischi catastrofiche sconfitte, ma potresti anche vivere delle emozioni grandiose. Esattamente come è capitato a me. Grazie alle numerose persone che hanno partecipato alla presentazione de “Il Diario di Adam“, lo scorso 05.11.2017.

All’ inizio, pochi e sporadici. Poi sempre di più. Quanto manca? Mezz’ora, siete in anticipo. Fai appena in tempo a salutare un’ amica che non vedi da secoli, e la sala è piena. Wow. Sono tutti qui per me. La sensazione è incredibile. Non ti senti un V.I.P., senti il calore. Il calore delle persone che hanno sottratto tempo ai loro affari per dedicarlo a te, alla tua faccia, al tuo libro. Il calore del passato  lontano che rivive negli sguardi di vecchi amici. Come se il tempo, solitamente impietoso, avesse deciso di trasformarsi in un ospite gentile, solo per un attimo, solo per queste due ore, lasciandoti tornare adolescente, ritrovando alcuni dei volti che riempivano il tuo ieri. E gli sconosciuti, quelli attirati da chissà cosa, venuti ad ascoltarti attenti, che applaudono quando parli e ti chiedono la dedica personalizzata sul libro. La gente che discute interessata sfogliandone le pagine, quelli che ti battono una pacca sulla spalla, chi ti stringe la mano facendoti i complimenti, e chi ti sorride da lontano. Poi tutto finisce, veloce, come è cominciato. Pochi istanti e la sala è vuota.

…e il naufragar m’è dolce in questo mare.

 

L’UOMO NON POTRA’ SCOPRIRE NUOVI OCEANI A MENO CHE NON ABBIA IL CORAGGIO DI PERDERE DI VISTA LA SPIAGGIA.

André Gide

Qualche scatto

dell’evento

error: Content is protected !!